Cos’è la Neuropsicologia?

Cos’è la Neuropsicologia?

La Neuropsicologia è una disciplina scientifica interdisciplinare che incorpora conoscenze sia di tipo psicologico che neurologico e che si occupa dei disturbi cognitivi (ad es. afasia, amnesia, demenza), emotivo-motivazionali e comportamentali conseguenti a lesioni o disfunzioni del sistema nervoso centrale. Comprende sia la valutazione, quindi come queste “lesioni” o “danni” influiscono su funzioni cognitive come la memoria, l’attenzione, il ragionamento o le funzioni esecutive, sia la riabilitazione/stimolazione/potenziamento delle stesse. Si tratta di un processo complesso in cui il professionista organizza specifiche attività per allenare i processi cognitivi danneggiati o per potenziare le abilità che non sono state compromesse; una sorta di “palestra per la mente”. Il neuropsicologo non solo crea e organizza esercizi specifici – basandosi su ciò che piace e motiva la persona – ma pianifica come poter generalizzare queste abilità così da svolgere al meglio le proprie attività quotidiane. 

Quando bisogna rivolgersi ad un Neuropsicologo?

A tutte le età (bambino, adulto ed anziano) in presenza di disturbi cognitivi sopraggiunti in seguito a lesioni o disfunzioni del sistema nervoso centrale, acquisite, congenite, neurodegenerative, geneticamente determinate (per es. ictus, trauma cranico, demenze, sclerosi multipla). Ma anche chiunque noti nuove difficoltà nella vita quotidiana e chi voglia monitorare il proprio funzionamento cognitivo, in un’ottica di prevenzione di fenomeni neurodegenerativi, ma non solo. 

A cosa serve e come avviene una valutazione neuropsicologica?

L’obiettivo di una valutazione neuropsicologica è quello di inquadrare e restituire al paziente il suo profilo cognitivo, individuandone punti deboli e punti di forza, su cui si potrà eventualmente costruire un progetto riabilitativo ad hoc. Lo scopo è quello di supportare il paziente nel raggiungimento della miglior funzionalità quotidiana possibile, ma anche di valutare gli effetti di terapie mediche sull’efficienza cognitiva del paziente, discriminare tra diverse condizioni e dare indicazioni circa i possibili esiti delle stesse. 

Il primo passaggio di una valutazione neuropsicologica si compone di un iniziale colloquio clinico con raccolta dei dati anamnestici e comportamentali, in cui si indaga la storia clinica del paziente e il motivo della richiesta della valutazione; se sono emerse difficoltà nuove ed improvvise o se sono peggiorate in modo graduale ed in che modo queste influenzano la sua vita quotidiana. Si fa una sorta di “fotografia” della persona, osservando ed ascoltando sia il diretto interessato che i familiari o i caregiver di riferimento, quindi quella o quelle persone che si occupano di lui e che dunque possono aver notato cambiamenti di cui il paziente non ha consapevolezza. 

Successivamente, avviene la selezione dei test in base alle caratteristiche del paziente emerse nella fase precedente e alle ipotesi diagnostiche fatte dal professionista. Un test neuropsicologico è una prova che viene creata e validata dai ricercatori e che consente di ottenere un punteggio che viene poi paragonato ai punteggi ottenuti in media dalle persone con la stessa età e scolarità, per vedere se rientra nella “normalità” o se ne discosta.

La durata di una valutazione può variare da 2 a 3 ore o più, in base al grado di approfondimento richiesto e alle esigenze cliniche del paziente. A questa stima bisogna sommare le ore richieste per la correzione, l’interpretazione dei risultati e la scrittura della valutazione neuropsicologica, in cui quindi oltre una descrizione approfondita del profilo cognitivo, emotivo-motivazionale e comportamentale della persona, ci sarà una parte riassuntiva dove vengono individuati punti di forza e di debolezza rilevati e le indicazioni sia diagnostiche che di eventuale trattamento o monitoraggio nel corso del tempo. Si daranno quindi anche eventuali indicazioni ai familiari su come comportarsi o come organizzare la routine quotidiana o gli spazi della casa, così da favorire l’autonomia in sicurezza della persona.

Vuoi saperne di più? Scopri possiamo fare per te e per i tuoi cari

Restiamo in contatto
Nome
Cognome
Accettazione GDPR

I nostri pazienti hanno una storia da raccontare

Laura Rizzardini
Laura Rizzardini
21 Aprile 2024
Ringrazio il dr. Nati per la pazienza e l accoglienza, quanto alla professionalità parlano per lui gli eccellenti risultati. Ho una paralisi del 7 facciale da 8 mesi e da qualche mese ho intrapreso la riabilitazione neurocognitiva con il dr. Nati. Non lo conoscevo, mio fratello mi fece parlare con chi, in cura dal dr, ha avuto risultati eccellenti. É una riabilitazione impegnativa ma mi sta insegnando a (ri)conoscere il mio viso, a percepirlo di nuovo mio. Indescrivibile l emozione che ho provato quando per la prima volta ho di nuovo chiuso l occhio la sensazione che si prova a sentire le ciglia che si avvicinano e si toccano. Ho ancora difficoltà a descrivere con le parole ciò che provo e sento durante la riabilitazione, il linguaggio descrittivo di noi pazienti è importante e a volte mi sento stupida perché nn trovo la verbalizzazione corretta.....ma é solo perché non l avevo mai fatto, nn ho mai ascoltato il mio corpo dando per assunto sensazioni e percezioni. A volte il ragionamento ha il sopravvento ma la pazienza del dr nati mi riporta, a fatica, a ciò che non devo e devo Imparo, imparo a costruire le informazioni. a ricercarle, a ritrovare(?) sul lato del viso con "deficit" quella simmetria che la paralisi mi ha tolto Lo consiglio a tutti coloro che hanno problemi neurologici
Mauro Di Girolamo
Mauro Di Girolamo
23 Marzo 2024
Mio padre ha un cavernoma encefalico, una specie di angioma che periodicamente sanguina e gli dà sintomi tipo-ictus con deficit di forza e sensibilità a tutto il lato sinistro del corpo. Abbiamo provato tutte le terapie senza successo. La fisioterapia convenzionale non ha funzionato, anzi gli ha ulteriormente irrigidito gamba e braccio. Ci hanno consigliato di provare con la terapia Neurocognitiva e per caso abbiamo scoperto il centro del dott. Nati. Da lì è cominciata la ripresa. Un altissimo livello professionale e umano, affiancato a una elevata capacità didattica e comunicativa. Nel tempo mio padre ha re-imparato a camminare e usare braccio e mano. viaggiava solo accompagnato in macchina…ora viene in treno da fuori Roma due volte a settimana. Camminava col bastone…ora porta un Labrador a passeggio. Grazie dal cuore al dott. Nati
Giovanni D'Angeli
Giovanni D'Angeli
20 Febbraio 2024
Sono un collega del Dottor Nati, suo studente e tirocinante nel Master dell'Università dell'Aquila, incentrato sul trattamento di patologie "neurologiche" affrontate con il metodo Perfetti. Scrivo questa recensione per dare risonanza a ciò che a tutti gli effetti è un professionista. Un fisioterapista veramente paziente, preparato, costantemente aggiornato e cosa che mi è piaciuta particolarmente, schietto. L'ambiente di lavoro è accogliente, silenzioso e crea le condizioni ideali per lavorare nel migliore dei modi. I trattamenti sono lunghi e personalizzati, inoltre il Dottor Nati spazia da patologie complesse come ictus, paralisi facciali, lesioni midollari oltre a quelle intramontabili che tutti noi possiamo avere come i dolori di schiena e problematiche di tipo "ortopediche" (protesi, distorsioni ecc) affrontate al meglio grazie alla sua esperienza nella terapia manuale. Che dire, ho seguito svariati mesi il lavoro nel suo studio, vedendo i casi più disparati. Assolutamente consigliato
Fabrizio Ferzetti
Fabrizio Ferzetti
20 Febbraio 2024
Premetto che a causa di un incidente stradale avvenuto 30 anni fa ho subito un emiparesi sinistra con limitazioni seppur minime ma invalidanti in particolare per la corretta e fluida camminata. Nel post incidente ho eseguito fisioterapia tradizionale per circa 2 anni durante i quali i fisioterapisti mi avevano convinto di esser stato fortunato e di aver raggiunto il massimo del recupero possibile. A distanza di circa 30 anni ho deciso di rimettermi in gioco e di voler perfezionare il recupero provando ad approcciare il problema con la riabilitazione neuro-cognitiva. Ho trovato il Dott. Nati facendo una ricerca sul web e dando seguito al contatto telefonico mi ha da subito sorpreso per la professionalità e l'attenzione al problema. Sono passati circa 9 mesi e l'applicazione del metodo e della professionalità del Dott. Nati mi hanno aperto nuovi orizzonti e consapevolezza che mi ha permesso un recupero davvero inaspettato al di fuori di ogni aspettativa. Il percorso non è terminato ma la motivazione è massima grazie ai risultati raggiunti. Mi piace evidenziare anche le qualità personali del Dott. Nati che non possono che farmi consigliare a chiunque abbia necessità di un percorso di tal genere di rivolgersi al suo studio.
Fabrizio Veronesi
Fabrizio Veronesi
10 Gennaio 2024
Grande professionalità e competenza. Ambiente confortevole e cura del paziente. Molto soddisfatto.
Annalaura Riccardi
Annalaura Riccardi
8 Gennaio 2024
Il miglior centro riabilitativo di Roma. Da riabilitatrice neurocognitiva esperta invio spesso pazienti li', i quali recensiscono in modo molto positivo il loro percorso terapeutico. Apprezzo tantissimo i colleghi Andrea e Lorenzo, empatici e studiosi. Grazie per il vostro lavoro!
Sara Bottale
Sara Bottale
7 Gennaio 2024
Raccomando questo centro d’eccellenza italiano per la riabilitazione neurologica -CMR-Riabilitazione Neurocognitiva a Roma. Ho avuto l’onore e il piacere di collaborare come collega con il fondatore del centro, Andrea, fisioterapista, docente e persona di cuore che lavora ogni giorno con passione, cura, dedizione e immensa professionalità. Assolutamente consigliato
Stefania Tesi
Stefania Tesi
2 Gennaio 2024
Sono approdata allo studio del dott.Nati, grazie ad un amico che, per problemi di Parkinson, era già stato da lui. Mio padre, purtroppo, ha la stessa patologia, ma in forma più severa, che ha in parte compromesso l’equilibrio degli arti inferiori. Devo dire professionista molto attento, preparato e competente e, soprattutto, entrato subito in empatia con il paziente che, all' inizio, ha bisogno proprio di questo. Lo ringrazio per quello che ha fatto a mio padre.
fabio golfieri
fabio golfieri
28 Dicembre 2023
Studio di fisioterapia con professionisti particolarmente esperti nella riabilitazione neuro sensitiva. Molto curato e attrezzato. Molto consigliato per la competenza e anche gentilezza degli operatori.
Bianca
Bianca
28 Dicembre 2023
Il miglior Centro di Riabilitazione Neurologica a Roma per il trattamento post ictus. I terapisti che ci lavorano si contraddistinguono per la passione, cura, gentilezza e professionalità che pongono nel guidare i pazienti verso il miglior recupero possibile. Il costante aggiornamento di studio che i professionisti fanno presso il Centro Studi di Riabilitazione Neurocognitiva di Villa Miari garantisce l'elevata qualità di trattamento. Consiglio vivamente!
× Possiamo aiutarti?